Browse Category

Guide

Come Ricevere Pagamenti su PayPal

Paypal è probabilmente il miglior sito al mondo per inviare e ricevere pagamenti in un attimo. Il funzionamento di questo portale è semplice pure per gli utenti meno esperti in tale settore. Basta creare un account nel servizio e collegarlo con una carta di credito o con un conto bancario. Una volta che hai fatto ciò, hai la possibilità di mandare o ricevere del denaro solo usando il tuo indirizzo email. Un vero e proprio gioco da ragazzi!

Dopo qualche settimana di prova, sei riuscito a capire come si fa per inviare del denaro ad amici, parenti e sconosciuti. Non devi far altro che ricevere nella sezione Invia denaro ed inserire l’email della persona a cui intendi mandare i soldi. Ma come ricevere un pagamento con PayPal? Niente paura, è più facile di quel che pensi. Dammi qualche minuto che ti mostro cosa devi fare!

Hai venduto un oggetto su eBay e stai aspettando che l’acquirente ti invii i soldi su Paypal? No problem, in questo caso devi esclusivamente aggiungere Paypal come metodo di pagamento da utilizzare per le tue vendite ed attendere che le persone ti paghino per gli oggetti che vendi. Le coordinate che devi inserire corrispondono ad i dati che hai digitato al momento della registrazione (cioè il tuo indirizzo email).

Hai un negozio on line in cui vendi le tue cose e vuoi sapere come si fa a ricevere i pagamenti con Paypal? In questo caso devi creare un piccolo pulsante su cui i tuoi acquirenti dovranno cliccare per pagarti. Ma come si fa per realizzarlo? Collegati nel sito web ufficiale di Paypal ed esegui l’accesso inserendo il tuo indirizzo email e la password. Poi, entra nella sezione Strumenti di vendita dal menù che trovi situato in alto.

Dalla barra laterale che appare a sinistra, premi sulla voce Pagamenti su sito Web per entrare nella pagina che ti occorre per realizzare il pulsante. Nella schermata successiva fai clic su Registrati ora per trasformare il tuo conto classico Paypal in un conto business. E’ una procedura necessaria per usufruire del pulsante dei pagamenti, per cui non temere!

Dopo che hai compilato il modulo che ti viene fornito, torna sulla scheda Profilo e crea il pulsante premendo su Strumenti vendita. Recati nella sezione Pulsanti PayPal ed il gioco è fatto! Con il pulsante è possibile ricevere pagamenti in 25 valute finanziati con MasterCard, Visa, Visa Electron, American Express, Carta Aura, e con il saldo del conto PayPal, ricaricabile con bonifico bancario, come spiegato in questa pagina su Primotoccare.com.

Se invece hai intenzione di chiedere delle semplici donazioni agli utenti del tuo sito, ad i fans di una pagina su Facebook o ad uno sconosciuto qualsiasi, ti devi collegare in questa pagina e premi sul link Crea subito il tuo pulsante che trovi collocato al centro della pagina. Infine, compila il modulo che appare nella schermata ed immetti le informazioni che hanno a che fare con il codice. Al termine, incolla l’HTML del pulsante nel sito et voilà!

Hai venduto qualche oggetto in rete ma l’acquirente non ti ha ancora pagato? L’unica maniera per risolvere ciò è inviare un sollecito alla persona. Ma come si fa? Collegati al tuo conto Paypal e premi sulla sezione Richiedi denaro. Clicca nuovamente sul pulsante Richiedi denaro e digita il modulo che ti viene fornito dal sito.

Cosa Sono gli Hashtag Twitter

I simboli #, @, d, RT, sono simboli e lettere che ricorrono molto frequentemente su Twitter, ma che cosa sono? Qualcuno li ha definiti hashtag, ovvero, un mezzo che consente di raccogliere e organizzare messaggi. Nel dettaglio, il # viene utilizzato per fare in modo che la parola che segue sia visualizzata come parola chiave nel motore di ricerca interno. Ad esempio, se scrivo un tweet all’interno del quale digito la parola internet facendola precedere dal #, il mio tweet figurerà tra gli altri che parlano di internet.

Infatti, digitando internet nella casella Ricerca, in alto alla finestra di Twitter, dopo aver premuto il tasto Invio, verrà visualizzato un elenco di tweet che trattano dello stesso argomento, tra cui anche quello che, pochi secondi prima, ho digitato.

La @ seguito dal nome consente di rispondere al tweet di un utente.

La lettera d seguita dal nome di un utente serve ad inviare un messaggio privato a quell’utente.

RT, invece, permette di fare il cosiddetto retweet vale a dire riportare il tweet di un altro utente.

Come Reimpostare Password di Skype

Skype è il programma più diffuso al mondo per effettuare chiamate e videochiamate via computer. Basta una connessione ad internet, una webcam ed un account per chiamare e videochiamare chi ti pare e piace a costo zero. Come ogni altro servizio celebre, anch’esso è spesso soggetto a problemi che hanno a che fare con la privacy. Pensi che il tuo account sia a rischio? Che qualcuno voglia rubarti la password?

Per dormire sonni più tranquilli, è consigliato utilizzare una password diversa per ogni sito e di cambiarla in maniera periodica, come ad esempio una volta al mese. Per reimpostare la password di Skype ci vogliono pochi attimi, per cui prenditi qualche minuto e scopri come si fa. Come dice il proverbio, è meglio prevenire che curare. Cambia la tua password prima che qualcuno te la rubi!

Per modificare la password, apri il browser e collegati nella pagina di Login Skype. Inserisci il nome utente e la password per accedere al tuo account e fai clic su Modifica password che trovi situato a sinistra. Digita la vecchia password che utilizzavi per accedere e scrivi la nuova password. Infine, fai clic sul pulsante Salva posto in basso ed il gioco è fatto.

Per impostare una password sicura, Skype suggerisce di non utilizzare solo delle lettere. Pertanto, inserisci anche dei numeri e dei caratteri speciali, come ad esempio il segno della percentuale o la chiocciola. Infine, ti ricordo che è necessario che la password sia di almeno 7 caratteri (evita di commettere gli errori comuni come inserire la data di nascita, il nome, il cognome, la città etc).

Puoi anche modificare la password dei tuoi account Microsoft e Facebook se in precedenza li hai uniti all’account Skype. È sufficiente cliccare su Reimposta o modifica la password accanto all’account per cui desideri cambiare la password. Verrai reindirizzato al sito web* di Microsoft o Facebook dove potrai modificarla. Adesso sei pronto per accedere a Skype con la tua nuova password.

Generatore di Espressioni in Access

Per inserire espressioni complesse nel campo Criteri della visualizzazione struttura query è necessario ricorrere al Generatore d’espressioni.

Nella finestra che si apre, nella parte superiore, vi è uno spazio bianco nel quale bisogna digitare l’espressione.

La parte inferiore della finestra, invece, si presenta caratterizzata da tre riquadri.

– Il primo a sinistra contiene l’elenco delle cartelle riguardanti gli oggetti del database, quindi, tabelle, query, maschere, report, funzioni elaborate dall’utente, operatori ed espressioni comuni.
– Il secondo riquadro indica gli elementi relativi all’oggetto selezionato nel primo riquadro.
– Il terzo riquadro fornisce un elenco di valori relativi a ciò che viene selezionato nei riquadri centrale e di sinistra.

Vediamo come procedere per attivare il Generatore d’espressioni.
Nella visualizzazione struttura query, fare clic all’interno della casella Criteri inerente al campo dove si desidera inserire l’espressione e premere il pulsante Generatore, presente nella scheda Progettazione, gruppo Imposta query.

Un altro modo per richiamare il Generatore d’espressioni è quello di far clic con il tasto destro del mouse all’interno della stessa casella Criteri.
Nel primo riquadro a sinistra della finestra Generatore d’espressioni fare doppio clic sulla cartella relativa al’oggetto desiderato.

Nel riquadro centrale, doppio clic sull’elemento interessato affinchè venga riportato nello spazio bianco posto in alto alla finestra, quindi inserire o digitare l’operatore necessario ad eseguire l’espressione.

Si prosegue in questo modo per quanto riguarda l’inserimento di altri elementi ed operatori utili al calcolo dell’espressione.
Dopo aver completato l’espressione bisogna ricordarsi di cliccare su Ok.
L’espressione sarà presente nella casella Criteri della visualizzazione struttura query. Se questa posizione già contiene un valore la nuova espressione sostituirà il vecchio valore.

Come Togliere Odori da Casa

La quotidianità in casa a volte nasconde delle piccole e sgradite sorprese come ad esempio i cattivi odori. Se si posseggono animali domestici come il cane o il gatto, i cattivi odori sono sempre in agguato. Ci sono alcuni piccoli rimedi che possono aiutare ad eliminarli ed a rendere gli ambienti più gradevoli.

Per esempio in caso di presenza in casa di cani o gatti, è probabile che il cattivo odore che si sprigiona dalla cuccia dei nostri amici, utilizzata di continuo, possa essere più forte di quello che ci aspettiamo. Ricordiamo anche che, convivendo con gli animali, ci si abitua ai loro odori, che invece saranno subito percepito da eventuali nostri ospiti.
Per eliminare gran parte degli odori prodotti da animali si può procedere in questo modo: per deodorare la lettiera, ogni volta che si procede al cambio della stessa, si potrà aggiungere del bicarbonato in polvere, in quantità di circa duecento grammi e vedrete che gli odori spariranno o saranno molto meno forti.
Se invece volete prevenire gli odori emanati dalla cuccia del cane o del gatto procedete così: prendete un contenitore in plastica munito di coperchio. Praticate numerosi e piccoli fori sul coperchio stesso e procedete poi a riempire il contenitore con dell’aceto di vino. Sostituite l’aceto una volta alla settimana e gli odori scompariranno.
In alternativa è possibile creare un profumo per caso seguendo questa guida su Maruccio.net.

Altri cattivi odori possono provenire invece dai libri, specialmente se questi sono riposti in luoghi non perfettamente asciutti. Se vi accorgete della presenza nella vostra libreria di uno o più libri in particolare che emanano del cattivo odore potete porre rimedio utilizzando il seguente metodo abbastanza efficace
Procuratevi tanti sacchetti di plastica quanti sono i libri da trattare, inserite in ogni sacchetto uno dei libri individuati e ponete all’interno di ogni sacchetto duo e tre cucchiai di bicarbonato in polvere o del gesso, meglio il bicarbonato. Richiudete il sacchetto e agitatelo per bene in modo da far aderire bene la polvere al libro.

Riponetelo poi in congelatore per almeno ventiquattro o trentasei ore. Passato il tempo indicato prelevate il sacchetto e una volta aperto togliete il libro e spazzolatelo adeguatamente dopodiché lasciatelo all’aria aperta per alcune ore. Il luogo dovrebbe essere fresco, asciutto e lontano da fonti di umidità. Il libro dovrebbe migliorare molto.

Altro odore a volte molto forte e che può dare seriamente fastidio in cucina, dove altri odori non mancano di certo, è quello che potrebbe provenire dal frigorifero. Se l’odore proviene da cibi particolari non serve altro che toglierli dal frigorifero stesso per eliminare l’odore, quando questo è troppo forte.

Se invece vi accorgete che l’odore proviene dalle pareti del frigorifero stesso, potete procedere in questo modo per eliminarlo o almeno tentare. Procuratevi mezzo limone da spremere e mezzo bicchiere di aceto di vino. Miscelate tutto l’aceto di vino con il succo di limone ottenendo un composto ben uniforme.

Utilizzando una spugnetta passate il composto ottenuto su tutte le pareti interne del frigorifero, lasciando agire. Se l’odore è molto forte effettuate a distanza di qualche minuti una ulteriore pulizia del frigorifero ed in seguito procedete a risciacquare con acqua e poi asciugate bene tutte le pareti.

Se notate ancora la persistenza di un po’ di odore, utilizzate dell’aceto rosso e procedete a pulire anche le rastrelliere che ospitano i cibi, dopo averle chiaramente svuotate di tutto. Pulite nuovamente con acqua ed asciugate per bene. Ora l’odore dovrebbe essere totalmente sparito, almeno dovrebbe essere così.

Questi sono dei metodi da utilizzare come prima prova in quanto sono dei metodi che non hanno delle controindicazioni. Se non si riesce a togliere gli odori, potrete ripiegare su solventi e detergenti chimici che però hanno molte controindicazione a livello di sicurezza per la nostra salute. Finché potete evitateli!!