Come Controllare la Sillabazione nei Documenti Word

Si può controllare la sillabazione in modo intelligente, affinché si svolga in modo completamente automatico o manuale, e/o sia disattivata per determinati paragrafi o soltanto per singole parole. Le impostazioni sono tutte presenti nei menù di Word. Per prima cosa attivare la sillabazione: nella Barra multifunzione selezionare la scheda Layout di pagina e nella sezione Imposta pagina fare clic su Sillabazione. Qui si può cambiare rapidamente l’impostazione da Automatica a Manuale e viceversa. Selezionare Opzioni sillabazione per accedere alle impostazioni avanzate.

Ora modificare il valore di Righe consecutive sillabate (max) impostandolo a 3, affinché non ci sia una divisione in sillabe a ogni “a capo”, e la leggibilità non sia compromessa. Attivare l’automatismo con Ok.

L’impostazione Manuale è adatta in caso di testi brevi, mentre non è una buona scelta con testi ampi a causa del tempo impiegato e della possibilità di errori. Quest’impostazione è sempre valida per l’intero documento, e non si possono escludere singole parole. È però possibile impostare eccezioni per singoli paragrafi, in cui si può disattivare la sillabazione. Fare clic con il tasto destro sul paragrafo desiderato e selezionare Paragrafo nel menù contestuale. Passare alla scheda Distribuzione testo. Attivare l’opzione Non sillabare e confermare con Ok.

Ciò non produce ancora i risultati desiderati, perché anche le sillabazioni richieste sono disattivate. La soluzione migliore resta la disattivazione della sillabazione solo per singole parole, che fortunatamente può essere ottenuta anche se sembra impossibile: basta utilizzare a tale scopi la correzione ortografica. La sillabazione, infatti, è basata sulle voci del dizionario, ed è sufficiente disattivare la correzione ortografica per disattivare anche la sillabazione. Ecco come procedere: per prima cosa selezionare la parola poi nella Barra multifunzione passare alla scheda Revisione. Fare clic su Lingua/Imposta lingua di modifica.

Ora attivare l’opzione Non eseguire controllo ortografia e grammatica, e confermare con Ok. Ripetere la procedura per tutte le parole che non si vuole siano divise in sillabe. In questo modo si eviteranno a capo corretti ma poco eleganti.

Copiare Tutti i File Eccetto un Tipo Specifico

I comuni comandi di copia possono facilmente essere limitati ad agire su determinati tipi di file tramite i caratteri jolly, per esempio *.tif. Un’operazione più complessa è escludere dalla copia un determinato tipo di file: si dovrebbero elencare tutte le estensioni sulle quali il comando di copia deve agire, oppure copiare tutti i file e in seguito selezionare quelli di una determinata tipologia per cancellarli. Il problema può essere risolto tramite un comando di copia che consenta di specificare non soltanto i tipi di file da includere ma anche quelli da escludere.

Ciò è possibile tramite il comando robocopy, che è incluso in Windows. Con robocopy si può usare il parametro /xf seguito dal tipo di file che si desidera escludere dalla copia. Se per esempio si è lavorato su file grafici e successivamente si desidera copiare solo i file Jpeg e Gif escludendo i più voluminosi Tif, si può usare un comando come

robocopy /xf *.tif

Si possono anche specificare più tipi di file da escludere, digitandoli uno di seguito all’altro divisi da uno spazio.

Come Creare Tabelle in Word in Modo Rapido e Preciso

C’è un modo per impostare la larghezza delle colonne delle tabelle senza ricorrere ai menù: digitare + nel punto in cui si vuole appaia la prima cella della tabella. Poi digitare tanti segni meno consecutivi -, in base alla larghezza desiderata. Usare nuovamente il tasto + per separare le singole colonne. Al termine della riga premere il tasto Invio. Word converte automaticamente quanto digitato in una tabella dalle proporzioni corrispondenti. Se si utilizza un tipo di carattere a spaziatura fissa, come il Courier, il numero di segni meno corrisponderà esattamente al numero di cifre ospitabili nelle colonne della tabella creata. Se invece si utilizza un font proporzionale, come Times New Roman, allora si dovrà digitare un numero di segni meno leggermente inferiore al numero di cifre che si intende ospitare nella tabella, per ottenere la giusta larghezza.

Questo sistema rapido si basa sulla funzione Correzione automatica di Word. Se la conversione non avviene, verificare le impostazioni in Strumenti/Opzioni correzione automatica. La casella Tabelle deve essere attivata nella scheda Formattaz. autom. durante la digitazione. Normalmente è attivata per impostazione predefinita.

Recensione Mouse Klim Skill

Oggi vogliamo parlarvi di un’altra periferica da gaming made by KLIM. Si tratta di KLIM Skill, mouse gaming rgb con DPI regolabili e software per la personalizzazione.

Iniziamo a vedere come si presenta il prodotto. Il mouse arriverà in una confezione nera e rossa con l’immagine del mouse e il logo di KLIM leggermente in rilievo. Una volta aperta la confezione troveremo il mouse e un piccolo foglietto di istruzioni in cui viene spiegato il funzionamento del mouse e cambio dei DPI, oltre al link che riporta al download del software. Il prodotto può risultare

KLIM Skill è Plug and Play quindi per l’utilizzo normale vi basterà collegarlo al vostro PC e potrete iniziare ad usarlo già da subito. Per godere al meglio delle varie funzioni di personalizzazione dovete scaricare il software dal sito ufficiale di klim: DOWNLOAD. Una volta scaricato ed installato il programma potrete personalizzare vari parametri. Di Default avremmo 8 livelli differenti di DPI partendo da 500 fino ad arrivare a 4000 (tutti i livelli si differiscono per 500 dpi). Ogni livello di DPI è caratterizzato da un colore e potrete capire quale livello state usando anche grazie alla striscia LED presente al centro del mouse che illuminerà il valore di DPI in uso in quel momento.

Analizziamo le varie impostazioni del software di KLIM Skill
Nella schermata principale potrete personalizzare i diversi tasti e cambiare sensibilità del mouse, report rate, velocità di scrolling e velocità del doppio click.
Nella schermata avanzate invece, potrete cambiare il livello di DPI con relativo LED, oltre a settare i vari effetti di luce del dispositivo.
Avrete l’opportunità anche di settare le Macro dall’apposita sezione.

Considerazioni personali
Davvero un ottimo mouse. Da gamer ho provato vari mouse e devo dire che questo rappresenta forse il migliore per rapporto qualità/prezzo. Senza ombra di dubbio il mouse è davvero di ottima fattura e inoltre è davvero robusto e piacevole al tatto. Complimenti ancora a KLIM.

Ora stilerò una classifica di pro e contro che vi aiuteranno a procedere o meno all’acquisto.
-Pro
Rapporto qualità/prezzo
Qualità dei materiali
Personalizzazione
Software semplice ed intuitivo
Robustezza
-Contro
Robustezza
Striscia LED a volte può essere fastidiosa

Ho inserito la robustezza in entrambi i gruppi non per errore, ritengo che per chi è già un gamer il fattore robustezza non sia assolutamente una cosa negativa ma, per tutti i neofiti del campo, potrebbe risultare molto difficile abituarsi a questo genere di mouse. Per me senza dubbio è una cosa positiva.

In sintesi, ottimo mouse, ottimo rapporto qualità/prezzo, ottima fattura dei materiali, ottimo software di gestione, ottimo in tutto. Se volete immergervi nel mondo del gaming e state cercando un buon mouse ad un ottimo prezzo KLIM Skill è uno di quelli che assolutamente consiglio.

Determinare i Percorsi Reali di File e Programmi

Aprire Esplora risorse con Win+E. Navigare fino alla cartella desiderata nella struttura ad albero, per esempio Programmi, di cui si vuole determinare il percorso reale. Infine fare clic in un punto vuoto della Barra degli indirizzi di Esplora risorse. Windows visualizzerà il percorso reale al posto del nome logico, in questo caso apparirà C:\Program Files. Ora è possibile selezionare il percorso visualizzato e copiarlo negli Appunti di sistema con Ctrl+C per incollarlo dove necessario.